banner.jpg

COVID-19 (COrona VIrus Disease 2019) è una nuova forma di polmonite causata dal coronavirus SARS-CoV-2 che è comparsa in Cina alla fine del 2019 e che è presto diventata una pandemia a livello globale.

Non esiste ancora né un trattamento specifico né una profilassi contro il nuovo virus SARS-CoV-2, anche se diversi farmaci sono in studio.

L’attuale situazione di emergenza rende necessario lo sviluppo urgente di strategie di prevenzione in grado di proteggere le persone ad alto rischio di infezione, in particolare i conviventi di pazienti con diagnosi di COVID-19.

Tale approccio preventivo è particolarmente importante, in quanto si teme un elevato numero di infezioni nelle famiglie e tra i contatti stretti dei pazienti.

Per questo l’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (IRST) IRCCS, in collaborazione con l’Università di Bologna, ha disegnato uno studio clinico volto a valutare l’utilizzo di idrossiclorochina verso osservazione per la prevenzione della malattia da coronavirus (COVID-19) in soggetti con un rischio di infezione intermedio-alto e per il trattamento precoce di pazienti con COVID-19 asintomatici o con sintomi lievi: lo Studio PROTECT.


→ Leggi anche: Posizione IRST su indicazioni OMS sull'idrossiclorochina

.be